Aperitivo col fantasma

Home / Blog / Aperitivo col fantasma
Aperitivo col fantasma

Il Castello di Ribano domina la valle del Rubicone da oltre un millennio e racchiude una delle più apprezzate eccellenze vitivinicole italiane, ma è anche un luogo dove si intrecciano vicende a metà strada fra la storia e la leggenda.

Ed è proprio la leggenda che ha ispirato il Remote Slow Mob “Expirita”, un’idea nata dalla collaborazione fra 49 a.C. e AGT – Guide Turistiche della Romagna.

La leggenda

Tutto inizia attorno all’anno mille. In seguito, con l’avvicendarsi degli ordini monastici che hanno abitato il castello, viene tramandato un prezioso manoscritto, si dice, vergato dalla mano stessa di Leonardo Da Vinci.

Nei secoli è un susseguirsi di ricerche che trovano il loro punto di svolta nel corso dell’800, quando un abate viene ucciso in circostanze misteriose. Era l’ultimo depositario del segreto del manoscritto? Difficile dirlo con certezza, fatto sta che dalla sua morte continuano a manifestarsi strani fenomeni al castello, specie nelle notti di plenilunio.

Sembra quasi che lo spirito dell’abate sia rimasto intrappolato nel maniero e che, con cadenza pressoché perfetta, voglia svelarci il luogo dove ancora è custodito il pregiato scritto del più grande genio che l’umanità abbia mai conosciuto.

Il 17 e il 31 marzo 2019, coadiuvati da una folta schiera di aspiranti Ghostbuster, e grazie alle nostre sofisticate apparecchiature, abbiamo rilevato alcuni segnali che però non siamo riusciti a decodificare completamente (lettere apparentemente senza senso, musiche sinfoniche, rumori non riconducibili a nulla di conosciuto).

Siamo solo all’inizio. La caccia al fantasma e al suo enigma continuano.

Alla scoperta del fantasma del castello e del suo enigma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *